Conegliano – Percorsi e Laboratori Didattici per le Classi

con il patrocinio Città di Conegliano

Artestoria Associazione Culturale

                     Il colle e il piano. Paesaggi urbani tra arte, storia, geografia

Percorsi didattici a Conegliano a.s. 2021 – 2022

Medioevo e Rinascimento, architettura, arte, paesaggio, alberi e botanica: l’arte e la storia della città scoperte con attività e materiali didattici interattivi. Geolocalizziamo il sito individuando pianure, colline e montagne. Perchè un castello sta in alto e la città in basso? Dove si trovano i punti cardinali? Come si riconosce l’opera dell’uomo nel paesaggio naturale?

Percorsi di visita interattivi e laboratori specifici per ogni età, con itinerari, anche naturalistici, progettati per imparare a conoscere il luogo in cui viviamo.

MEDIOEVO

Percorsi di visita

CONEGLIANO 1000 ANNI – Il castello e le mura

Secondo ciclo primaria, scuola secondaria di I grado (con modalità differenti)

Le tracce del passato medioevale della città sono così imponenti da far intuire l’importanza di Conegliano in quei secoli non solo dal punto di vista strategico e militare. A partire dalla primo apparire del nome Colimglane vedremo come si è evoluto il nucleo urbano: gli studenti potranno avvicinarsi in modo efficace e coinvolgente agli elementi urbanistici essenziali, edificati nel passato ma funzionali anche oggi. La conoscenza ottenuta “sul campo” contribuisce alla formazione culturale delle giovani generazioni: indagando le forme del primo insediamento comunale potranno immaginare la futura città, assimilando allo stesso tempo le regole di comportamento per rispettare e salvaguardare il patrimonio di arte e storia che appartiene a tutti.

LA STORIA DI GIANO – Scuola dell’Infanzia

Sulle tracce del Gigante Giano con le sue avventure visitiamo i giardini e il Museo del Castello. Una bella favola per accostare i piccoli al patrimonio d’arte cittadino.

Laboratori in classe:

UNA STORIA FRESCA FRESCA – Laboratorio di affresco

Scuola primaria, scuola secondaria di I grado (con modalità differenti)

Con gli alunni analizzeremo, mediante schede didattiche, affreschi importanti della città di Conegliano. Verranno illustrati i procedimenti tecnici per realizzare un dipinto ad affresco, dalla stesura dell’intonaco allo spolvero, per arrivare alla pittura con i pigmenti colorati. Infine, ognuno realizzerà un piccolo affresco personale da conservare.

BESTIARIO….. A CHI? – Laboratorio di zoologia medievale

Scuola primaria, scuola secondaria di I grado (con modalità differenti)

Il cervo vive mille anni. Il cinghiale ha due corna sul grugno. Il toro perde le forze se viene legato ad un fico. Lo struzzo è un gigantesco cammello in grado di ingoiare qualsiasi cosa, compresi gli oggetti in metallo. Quanto alla rondine, mangia, beve e dorme volando. Ecco alcune affermazioni che si possono trovare nei bestiari medievali, quegli strani “libri di animali” che parlano delle diverse specie zoologiche non tanto per descriverle oggettivamente e ancor meno per studiarle in maniera scientifica, ma piuttosto per trarne dei significati morali e religiosi. L’animale nel Medioevo è onnipresente, basti pensare all’affresco staccato conservato presso la sede museale del Castello di Conegliano in cui è raffigurato San Giorgio che trafigge il drago, che per la cultura medievale è un animale reale! Con il supporto di un lauto apparato iconografico l’operatore introdurrà gli alunni nel mondo della zoologia medievale, soffermandosi sul linguaggio iconografico e simbolico utilizzato dagli autori dei bestiari; successivamente, ognuno di loro sceglierà l’immagine di un’animale tratta dai bestiari e la riporterà su una base d’argilla mediante l’utilizzo di un bastoncino per poi colorarlo con le tempere.

LA VETRATA GOTICA – Essere un mastro vetraio ai giorni nostri….senza vetro!

Scuola primaria, scuola secondaria di I grado (con modalità differenti)

Se ci si sofferma ad osservare le facciate delle chiese di Conegliano si noterà che tra il portone principale e il tetto sono stati inseriti alcuni elementi come lunette, vetrate e rosoni con una funzione sia architettonica che decorativa. Le alte finestre e i rosoni avevano la funzione di lasciare passare la luce, filtrandola attraverso la pasta di vetro che poteva essere biancastra, variamente colorata oppure riportare immagini di santi, profeti, simboli, e storia delle Scritture, l’importante era che il fedele si ritrovasse immerso da questa luminosità abbagliante, quasi si trovasse in un’ambiente ultraterreno. La più alta espressione di tale produzione è rappresentata dalle vetrate e dai rosoni in stile gotico, finemente ideati e realizzati dai mastri vetrai in collaborazione con scalpellini e scultori. Dopo una breve introduzione sullo stile architettonico e artistico gotico, con focus particolare sul metodo di realizzazione e sulla simbologia di vetrate e rosoni, l’operatore guiderà gli alunni nella realizzazione di una vetrata o di un rosone tipico di tale stile, utilizzando cartoncino nero e carta velina colorata.

STEMMI SENZA DILEMMI- Il mio stemma medievale- Laboratorio di araldica

Scuola primaria, scuola secondaria di I grado (con modalità differenti)

Comparso per la prima volta nel XII secolo sui campi di battaglia e durante i tornei per fungere da segno di riconoscimento, lo stemma araldico si diffuse rapidamente nelle classi signorili, per poi estendersi gradualmente a donne, prelati, borghesi, ma anche, in alcune aree, ad artigiani, contadini, comunità civili e religiose. Alla fine del Medioevo l’intera società europea faceva uso degli stemmi. Allo stesso tempo segno d’identità, marchio di proprietà e ornamento decorativo, lo stemma compariva su molti oggetti, opere d’arte, edifici e monumenti.  Alcuni esempi di emblemi araldici non sono molto lontani da noi: all’interno della torre del castello di Conegliano sono conservati stemmi scolpiti su pietra e le pareti stesse della torre ospitano le riproduzioni dei blasoni dei vari podestà che si sono susseguiti al governo della città. Il laboratorio si articolerà in una sintetica introduzione all’arte del blasone, attraverso l’interpretazione simbolica delle figure e dei colori che compongono lo stemma, per poi far creare agli alunni il loro personale stemma araldico con l’utilizzo di cartone, pigmenti naturali per la colorazione e tanta immaginazione.

RINASCIMENTO

Percorsi di visita:

La bottega d’artista: dalla materia prima al prodotto finito

Secondo ciclo primaria e scuola secondaria di I e II grado con modalità differenti

Percorso didattico speciale per celebrare l’opera di Giovanni Battista Cima, il nostro artista conosciuto in tutto il mondo. Visiteremo la casa natale e i luoghi che lo hanno visto bambino scoprendo i segreti di un grande pittore rinascimentale, per apprezzare meglio l’opera creata per la sua città: la Sacra Conversazione nel Duomo cittadino.

PEZZI DI PARADISO: a caccia degli angeli

Scuola dell’infanzia e primo ciclo scuola primaria

Pronti, partenza via!!! Che cosa si nasconde sotto il portico di questo palazzo antico? I bambini, dotati di carte tematiche, saranno guidati nel gioco della caccia al particolare, alla scoperta dei numerosi angeli che si celano negli affreschi dei palazzi della Contrada Granda. Un percorso divertente per avvicinare i bambini alle bellezze della città. 

IL GRAND TOUR: Conegliano svelata

Secondo ciclo primaria e scuola secondaria di I e II grado con modalità differenti

Un lungo cammino ci attende. Tutti conosciamo Conegliano ma ci sono realtà nascoste che passano inosservate. Con un taccuino didattico gli allievi realizzeranno una mappa disegnata di Conegliano.

Un Grand Tour vero e proprio, come i nobili europei del ‘700 usavano fare in Italia per conoscerne e studiarne le meraviglie.

UNA SALA E UN QUADRO… DAI MILLE COLORI  – Duomo, Sala dei Battuti

Primo ciclo scuola primaria

Attraversiamo il portico del Duomo cittadino, saliamo una ripida rampa di scale e… Ci troviamo di fronte a una straordinaria sala dipinta: la sala dei Battuti. I bambini con le loro schede didattiche andranno alla caccia dei personaggi nascosti nelle storie dipinte da Francesco Da Milano e nella pala di Cima da Conegliano, ne comprenderanno il significato diventando dei piccoli artisti-investigatori per inoltrarsi nei meandri della storia più antica.

UN FUMETTO DEL ‘500

Secondo ciclo scuola primaria e secondaria di I e II grado

Come sono realizzate le storie narrate da Francesco da Milano, ci ricordano qualcosa di attuale?

Sembra una storia a fumetti! Gli studenti saranno guidati alla lettura delle immagini dipinte, con schede didattiche analizzeranno le loro parti: posizione, cronologia, importanza dei gesti che caratterizzano i personaggi. Ogni classe sarà suddivisa in piccoli gruppi di lavoro. L’attività inoltre prevede la caccia al particolare.

Laboratori in classe:

LA NATURA… DIPINGE – Laboratorio di pittura con colori naturali

Entreremo nel laboratorio di un alchimista medioevale. Si può dipingere senza avere colori già preparati in tubetto? Con l’uso di spezie e altri prodotti naturali i bambini saranno guidati alla realizzazione di un dipinto sulla decorazione floreale.

L’ARCHITETTURA DI UNA CITTÀ

Percorsi di visita:

SONO SOLO PIETRE? Storie nascoste nei palazzi 

Secondo ciclo scuola primaria e secondaria I e II grado con modalità differenti

La città è un insieme di pietre che raccontano. Palazzi ed edifici all’apparenza sono solo un insieme di pietre ma la loro disposizione ci racconta la storia dell’uomo. I piccoli esploratori saranno guidati alla scoperta delle differenze tra palazzi medioevale e rinascimentali, tra una struttura settecentesca e una moderna, con l’aiuto di un quaderno didattico.

ITINERARI STORICO-NATURALISTICI

Percorsi di visita:

TRA LE MURA UN PARADISO: La natura tra le rocce nel Brolo di San Francesco

Primo e secondo ciclo scuola primaria

A metà della scalinata della Madonna della neve c’è una porticina che apre a un mondo nascosto: il Brolo di San Francesco. In questo percorso storico-naturalistico i partecipanti conosceranno le differenze tra le varie piante presenti creando un erbario personalizzato e divertente giocando sui nomi di alberi, cespugli ed erbe.

LUNGO IL MONTICANO:  Nel corso della storia

Secondo ciclo scuola primaria e secondaria I grado con modalità differenti

Il percorso prevede una riflessione sul rapporto tra la città e il proprio fiume, con uno sguardo rivolto sia al presente che al passato. E’ una passeggiata lungo gli argini, alla scoperta delle specie animali e vegetali che popolano questo habitat, così vicino eppure differente rispetto al contesto urbano in cui è inserito. Lungo il percorso troveremo tracce di manufatti e strutture che ci porteranno ad immaginare come fosse il rapporto con il fiume dal medioevo fino all’industrializzazione recente.

ALBERI E PIETRE : Le radici di una città

Scuola primaria

In un percorso a tappe i bambini conosceranno gli alberi significativi e le pietre più antiche della

città di Conegliano, veri e propri personaggi narranti, che racconteranno una storia ricca di curiosità e tradizioni da scoprire. Durante l’itinerario saranno proposti dei momenti di micro-laboratorio per focalizzare l’attenzione e stimolare la memoria.

INFORMAZIONI

Quando: da giugno 2021 a giugno 2022 date da concordare nella prenotazione

Durata: ogni attività è di 2 ore, percorsi esterni, laboratori e interventi in classe

Il costo è di euro 4 per partecipante per i percorsi esterni, e  di 5 euro per i laboratori per i laboratori che si svolgono in classe.

Minimo 20, massimo 25 partecipanti

Tutti i materiali sono forniti dall’associazione.

PER INFO E PRENOTAZIONI

Artestoria –  Conegliano

tel 348 5966824

e-mail: didattica@artestoria.org

www. artestoria.org / per la scuola